Corso di Percussioni

01-09-2019

A testa /

80 gruppo - 120 singolo (1 pacchetto da 4 lezioni)

Pagina iniziale corsi

Corso di Percussioni

Corso di Percussioni

Insegnante

Omar Cecchi

Categoria

Accademici Classici

I partecipanti del corso

Ancora nessun partecipante

Recensioni dei corsi

Ancora recensioni

Il percorso di studio intende fornire conoscenze che consentano all’allievo di:
  1. decodificare, comprendere e suonare la musica della tradizione occidentale, con alcuni elementi essenziali di storia e analisi, nello specifico per la musica: - classica e contemporanea – e le percussioni ivi impiegate; - popolare e la musica leggera – e le percussioni ivi impiegate, in particolare la batteria;
  2. comprendere la musica di culture e tradizioni storico-musicali non occidentali: elementi di storia e analisi e confronti tra tradizioni diverse;
  3. creare consapevolmente il proprio linguaggio musicale;
  4. acquisire la curiosità e la voglia di studiare sempre con umiltà e spirito critico.
Il sistema didattico che propongo si basa sui seguenti punti cardine (sia come considerazione da parte dell’insegnante sia come consapevolezza che l’allievo potrà raggiungere):
  1. unità psicofisica;
  2. relazione con l’altro e ascolto;
  3. respiro e suo rapporto con la tecnica strumentale;
  4. consapevolezza e responsabilità storica e culturale;
  5. libertà nella creazione di un proprio percorso musicale.
Si potrebbe definire dunque la mia una didattica di tipo olistico che, attraverso un percorso musicale, stimola un personale cammino di studio e di crescita personale di ogni allievo. A seguire uno schema dei contenuti principali del programma didattico. Tale programma è da intendersi come una base metodologica dalla quale attingere e sviluppare idee a seconda del percorso didattico specifico. Esso è dunque suscettibile di ampliamenti e tagli di varia entità, dettati dalle caratteristiche peculiari dello studente: la sua età, le sue capacità, i suoi interessi, il suo percorso di studio e personale... Ogni sezione è costituita parti storico-analitiche e parti pratico-esecutive, in proporzione variabile. La metodologia è costituita da esercizi suonati e cantati, audio, video e letture varie. Attingo da metodi diversi e impiego esercizi e sviluppi miei personali. Nell’insegnamento, un equilibrio è ricercato tra relazione con il testo musicale e apprendimento senza spartito. Unitamente al presente documento si invia curriculum tabellario.
Didattica Batteria e Percussioni – Omar Cecchi
Struttura del programma di studio
  1. Consapevolezza della propria identità psicofisica
    1. 1.1.  Il corpo, il respiro – da fermi, in piedi e seduti;
    2. 1.2.  Eseguire un’azione corporea e contemporaneamente rispondere verbalmente a uno stimolo esterno;
    3. 1.3.  Eseguire due azioni fisiche diverse;
    4. 1.4.  Eseguire due azioni fisiche diverse e rispondere verbalmente ad uno stimolo esterno;
    5. 1.5.  I punti precedenti nell’ascolto e interazione con altre persone;
    6. 1.6.  Cantare ritmi o frasi ritmiche (theka) con la voce, battendo con le mani lo spazio ritmico (tala).
  2. Solfeggio e Counting systems
    1. 2.1.  Il canto, il respiro nella musica;
    2. 2.2.  Solfeggio parlato;
    3. 2.3.  Solfeggio con sillabe e nomi;
    4. 2.4.  Eastman;
    5. 2.5.  Kodály;
    6. 2.6.  Konnakkol
      1. 2.6.1.  Concetti essenziali della musica tradizionale indiana e cenni storici: Nad, Śruti, Tala, Tala Dasapranas, Sillabe mnemotecniche;
      2. 2.6.2.  10 thekas di base di 12 Akshrakalas con le 4 possibili suddivisioni dello spazio;
      3. 2.6.3.  Frasi tradizionali in Adi Tala;
      4. 2.6.4.  Frasi tradizionali in Tala diversi;
    2.7. Applicazione di tutti i precedenti alla lettura di spartiti.
  3. Storia, teoria e prassi del ritmo
    1. 3.1.  Il ritmo e il tempo;
    2. 3.2.  La percezione del tempo e del ritmo;
    3. 3.3.  Tradizione “eurocolta”
      1. 3.3.1.  La metrica della lingua e la metrica della musica;
      2. 3.3.2.  Il ritmo e il metro;
      3. 3.3.3.  La notazione musicale occidentale;
      4. 3.3.4.  I diversi livelli del ritmo musicale;
      5. 3.3.5.  Esercizi di lettura cantati e suonati.
    3.4. Tradizioni varie nel mondo: ascolti, analisi e confronti.
  4. Tecnica delle bacchette 4.1. Concetto di fasce muscolari e dell’unità corporea; 4.2. Impugnatura delle bacchette, movimento del polso e collegamento con il resto del corpo; 4.3. Alzata e caduta della bacchetta – arsi e tesi, il respiro e il movimento; 4.4. Uso del polso, delle dita, dell’avambraccio, del braccio, del corpo intero nella percussione;
4.5. Combinazioni di mani (sticking)
4.5.1. 4.5.2. 4.5.3. 4.5.4. 4.6. Le 4 4.6.1. 4.6.2. 4.6.3. 4.7. Rudimenti
4.8. 4.9.
Permutazioni su gruppi di tre, quattro, cinque note (Tiśra, Chaturaśra, Khanda); Dugun in tutte le combinazioni sui gruppi; Combinazioni in cicli di varie lunghezze – e non solamente sui cicli binari (2n); Fulcrum claps (figure): sostituzioni di suoni o nota-pausa. tipologie di colpo (full stroke, tap stroke, up stroke, down stroke) Dinamiche; Accenti; la tecnica Moeller e la tecnica open-close; Applicazione in cicli di varie lunghezze: figure e melodie.
  1. 4.7.1.  Storia dei rudimenti e diverse tradizioni: svizzera, francese, americana;
  2. 4.7.2.  Notazione;
  3. 4.7.3.  Analisi ed esecuzione dei rudimenti secondo le 4 tipologie di colpo;
  4. 4.7.4.  Variazioni ritmiche;
  5. 4.7.5.  Brani rudimentali tradizionali e contemporanei.
Applicazione dei Fulcrum Clap alla tecnica; Tecniche contemporanee 4.9.1. Analisi, ascolto e studio di brani dal repertorio contemporaneo per tamburo.
5. Batteria 5.1. Il corpo e l’uso dei 4 arti: dinamicità ed equilibrio nei movimenti; 5.2. Coordinazione 5.2.1. Sticking (Tiśra, Chaturaśra, Khanda Gati)
  • *  Spostamenti su strumenti diversi;
  • *  Pulsazioni;
  • *  Fulcrum claps; sostituzioni; dugun;
  • *  Sviluppo dei piedi: fulcrum clap, melodie, improvvisazione;
  • *  Ostinati.
5.2.2. Stili e strutture: la coordinazione nel contesto musicale
  • *  Fulcrum clap, melodie, improvvisazione;
  • *  Analisi di grandi batteristi;
  • *  Studio del repertorio di diversi stili: spartiti, ascolti, letture.5.3. Rudimenti
    1. 5.3.1.  Spostamenti sulla batteria;
    2. 5.3.2.  Ostinati;
    3. 5.3.3.  Applicazione in stili e contesti musicali.
5.4.Poliritmie e polimetrie 5.4.1. Gruppi e sillabe; 5.4.2. Partizioni;
5.4.3. Gruppi irregolari
  • *  Esempi e analisi di partiture; notazione;
  • *  Gruppi irregolari su più livelli;
  • *  Konnakkol;
5.4.4. I 10 Theka di base
  • *  La pulsazione e i gruppi;
  • *  I gruppi e le suddivisioni dello spazio.
  • *  Orchestrazioni; dugun; fulcrum clap;
5.4.5. Raggruppamenti in vari Tala, partendo dai più piccoli (Eka Tala): 3/4, 4/4, 5/4, 7/4, 9/4, e poi tutti i Suladi Sapta
  • *  Suddivisione dello spazio; permutazioni;
  • *  Orchestrazioni; dugun; fulcrum clap;
  • *  Sovrapposizione di suddivisioni diverse.
5.4.6. Sovrapposizione di Tala diversi. 5.5. Contemporaneo 5.5.1. La coerenza e la libertà nell’uso degli stili; 5.5.2. Repertorio.
  1. Percussioni d’orchestra6.1. Le percussioni in orchestra e nella musica da camera 6.2. Il tamburo rullante
    1. 6.2.1.  La tecnica e la tradizione del tamburo d’orchestra: scuola americana, francese, tedesca;
    2. 6.2.2.  Controllo delle dinamiche estreme;
    3. 6.2.3.  Rullo pressato;
    4. 6.2.4.  Studi ed esercizi di rullante in stile orchestrale;
    5. 6.2.5.  Passi d’orchestra.
    6.3. Strumenti a tastiera: xilofono, marimba, vibrafono, glockenspiel
    1. 6.3.1.  Il corpo e lo strumento;
    2. 6.3.2.  Tecnica e repertorio a due bacchette;
    3. 6.3.3.  Tecnica e repertorio a quattro bacchette;
    4. 6.3.4.  Passi d’orchestra.
    6.4. Strumenti a suono indeterminato.
  2. Strumenti a percussione di tradizioni varie.

Durata della lezione: 60'  

etichette :

I nostri insegnanti principali

Omar Cecchi

Batteria e Percussioni
Vedi profilo

Nato a Pistoia, fin da piccolo apprezza la musica come forma di socialità, partecipando alle attività della Filarmonica Borgognoni della sua città. La musica è per lui umiltà e confronto che si fanno condivisione e funzionalità al servizio di un progetto comune. Nel 2007 è ammesso al corso di Strumenti a percussione al Conservatorio Luigi […]

Prezzo : 80 gruppo - 120 singolo (1 pacchetto da 4 lezioni) €

Domanda